Grazie alla sinergia tra terra cruda e canapa potrai dire addio alla muffa. Ti dimenticherai letteralmente di cosa sia.

 

 

Il signor Bianco ha incontrato Ton Gruppe® cercando la soluzione definitiva ad un grave problema che affliggeva alcune pareti della sua casa: muffa aggressiva e persistente, tanto da rendere invivibili gli ambienti.

Si, avete letto bene, la soluzione definitiva.

Il problema della muffa è davvero ricorrente negli edifici moderni e spesso si crede che le soluzioni sul mercato siano solo palliative. Invece non è così, la soluzione definitiva c’è e si chiama Sistema di costruzione a secco Kartonsan®.

Riportiamo di seguito la relazione redatta dal cliente stesso sulla storia del cantiere, realizzato a maggio 2012, le difficoltà intercorse, le soluzioni trovate e il risultato raggiunto.

Nel corso di questi anni abbiamo apportato innovazione ai pannelli e alle soluzioni di posa, rendendoli ancora più efficaci e funzionali. La sostanza comunque non cambia, la forza e le proprietà dell’argilla, materia viva e attiva unite al potere isolante e traspirante della canapa/juta sono il nostro sistema risolutivo del problema muffa.

CONTROPARETE KARTONSAN®, SISTEMA COSTRUTTIVO A SECCO: IL CASO PRATICO

a cura di Bianco Ezio, proprietario dell’abitazione a Canelli (AT) – 2013

Analisi dello stato di fatto e del cantiere

La casa monofamiliare sita in Piemonte è stata costruita nel 2006-2007 e ha pareti a sandwich, composte da: due file di mattoni forati sp.=12 cm, intercapedine di aria sp.=7 cm e isolante generico sp.= 4 cm

Condizioni climatiche critiche: Stagione invernale con temperature  minime variabili da -8° a -22°C.

Situazione di partenza descritta dal cliente: «PARETE fredda al tatto, muffe localizzate negli angoli e sul soffitto vicino alla parete. NON era IMMAGINABILE mettere un letto o un armadio, una sedia, dei giocattoli o quello che vi può venire in mente  vicino a quelle pareti (ripeto VICINO non ATTACCATO)».

 

Intervento consigliato, progettato e seguito da arch. Franca Bagnulo, tecnica bioedile anab: Controparete Kartonsan® spessore 50+22 mm

 

È stato utilizzato il telaio in legno FixBit® da 50 mm, pannelli isolanti in canapa Canaton® (canapa  36 kg/m³) di 60 mm di spessore compressi nella posa, lastre in terracruda Kartonsan® da 22 mm di spessore e finitura con Geosana® intonachino pregiato color bianco panna.

POSA IN OPERA: CONTROPARETE KARTONSAN SPESSORE

50+22 mm

Il telaio FixBit® viene posato sulle pareti esistenti, tramite viti e/o fischer a seconda del materiale da costruzione delle pareti. L’interasse fra i montanti verticali è pari a 62,5 cm. In corrispondenza dei serramenti e degli spigoli deve chiaramente essere posto un ulteriore telaio.

FixBit® viene fissato seguendo la geometria del muro, spigoli e infissi.

FixBit® è disponibile per altezze pareti di 2,60 o 3,50 m. Tutte le altre altezze sono ricavabili tramite semplice taglio della versione 3,50 m.

Si inserisce l’isolante Canaton®: data la sua densità il pannello è comprimibile e viene inserito in modo da non lasciare fessure.

La posa del pannello è semplice e veloce.

Dopo aver posato l’isolante di canapa Canaton® si prosegue fissando il pannello di argilla Kartonsan®.

Questo avviene tramite le apposite viti o tramite graffe.

Il pannello viene fissato in corrispondenza del telaio del FixBit®. Nel caso si prevedano pensili si deve prevedere un ulteriore listello di rinforzo in corrispondenza dell’attacco di questi.

 

Dopo la posa del Kartonsan®, in corrispondenza di prese e allacciamenti il pannello può essere facilmente tagliato e sagomato.

.

Questo il risultato a fine posa Kartonsan®.

Parete finita, intonacata con intonaco in argilla pregiato Geosana® color bianco panna, foto scattate nel 2013. Il colore si presenta uniforme e in buono stato.

Gli angoli si presentano senza muffa e in ottimo stato.

 

Sulla parete ora è possibile fissare anche i cuscini senza che per questo si formi muffa o umidità fra questi come invece accadeva prima.

La camera che prima era insalubre a causa dell’umidità e della muffa ora può essere usata come camera da letto dei bambini.

CONSIDERAZIONI SULLA POSA IN OPERA DELLA CONTROPARETE KARTONSAN®

Recensioni del sig. Bianco sulla posa:

«La posa della canapa e dei pannelli non è complicata, ma per dare il rasante ho cambiato 2 muratori; con il primo ho sprecato un mucchio di rasante, con il secondo è andato enormemente meglio».

 Soluzioni

Per ovviare a questi problemi di posa sono stati creati dei manuali di posa sia per Kartonsan® che per gli intonaci, che è possibile richiedere all’ufficio tecnico.

Si offre inoltre consulenza tecnica gratuita per istruire posatori e imprese sulla corretta posa di tutti i prodotti Ton Gruppe®.

CONSIDERAZIONI SUL LAVORO FINITO

Recensioni del sig. Bianco sul risultato:

«Le pareti sembrano molto più calde, ma non fatevi mai ingannare dalla sensazione al tatto, sono argomenti “da fiera”, quello che conta sono la combinazione tra temperatura reale della “pelle” del muro, la trasmittanza dei materiali, la capacità di polmonare, ossia di garantire il giusto livello di umidità lungo la parete e specialmente dove è e più facile avere ponti termici. INFATTI prima di fare il lavoro temevo che sul soffitto si sarebbe acutizzato il ponte termico e di conseguenza la muffa  vicino all’incrocio tra parete nuova e  soffitto, ma per fortuna non è ASSOLUTAMENTE accaduto forse proprio perché la parete nuova (in materiale naturale è AVIDA di umidità) assorbe l’eccesso di vapore e lo restituisce nei momenti più secchi, ecco il perché del termine POLMONARE. Ora posso mettere la testa del letto e addirittura una balza con due cuscini appesi e direttamente a contatto con la parete».

Risultati da termocamera – Pareti non isolate

È notevole la dispersione termica che avviene tramite le pareti non isolate

Risultati da termocamera – Pareti isolate a nord della casa

È notevole la differenza con le pareti non isolate, non c’è dispersione di calore

Difetti riscontrati dal sig. Bianco

«Non si può appendere pensili a meno che non si vada ad incrociare i listelli , e poi la superfice è facilmente “scalfibile” dato che l’argilla non è consistente come un intonaco tradizionale .»

 

Soluzioni

Se si prevede la posa di pensili devono essere previsti listelli di rinforzo in corrispondenza degli agganci.

L’intonaco è stato migliorato soprattutto nell’ultimo anno ed è molto più resistente, nel caso del sig. Bianco può essere risolto utilizzando il fissativo presente a listino.

 

Pregi riscontrati dal sig. Bianco

«Se inavvertitamente si graffia o macchia il muro, basta impastare in un piccolo contenitore qualche cucchiaio di intonaco con acqua, e poi stenderlo con una piccola spatola e livellare il tutto con una spugnetta un po’ dura. Già fatto, ottimo risultato».

 

Rapporto qualità/prezzo

«Il materiale non è economico ma solo chi ha problemi di muffa  può capire che in questi casi trovare una soluzione definitiva e naturale (nelle stanze da letto ci si dorme e ci si vive e la chimica non va bene) non ha prezzo!».

 

Raccomandazioni del sig. Bianco

«Affidatevi a personale professionale, non avventuratevi da soli specialmente nella posa dell’intonaco che non avendo additivi chimici va impastato in modo corretto, steso una volta sola e non troppo spesso altrimenti cade. Se si insiste troppo in un punto si rischia di far venire in sospensione anche parte dei pannelli in argilla che va a sporcare il lavoro. Ricordo che il rasante è anche allo stesso tempo il colore, se sporco il rasante poi lo vedo. Aggiungo che ovviamente bisogna posare correttamente i pannelli di argilla senza troppi “scalini ” altrimenti viene poi difficile passare il rasante in maniera uniforme».

 

Abbiamo scelto di riportare fedelmente la recensione del sig. Bianco, per una questione di correttezza e di trasparenza. Dal 2012, anno di realizzazione del lavoro, ci siamo innovati e molte nuove tecnologie sono state applicate al prodotto, rendendolo migliore, anche negli aspetti di posa.

In tutti i cantieri ci sono criticità da risolvere, e chi lavora nell’edilizia lo sa.

Quello che Ton Gruppe® si prefissa di offrire al cliente è:

  • Manuali di posa completi e esaurienti

  • Schede tecniche complete e sempre aggiornate

  • Video di posa visibili direttamente on-line dal canale YouTube dell’azienda

  • Assistenza tecnica continua, sia telefonica da ufficio, sia sul posto tramite i suoi consulenti tecnici

  • Soluzioni personalizzate studiate tramite analisi del cantiere e delle problematiche

  • Ton Gruppe® inoltre si offre di istruire posatori e imprese sulla corretta posa in opera dei suoi prodotti

 

Per questo l’azienda è in continuo aggiornamento e produce periodicamente documenti e informazioni.

 

Crediamo che non si possa raggiungere la perfezione ma siamo convinti che si possa e si debba cercare continuamente di migliorarsi, attraverso l’innovazione e il confronto con il cliente, sia esso un privato, un tecnico o un impresa.